Sesto report

 Sesto report dei lavori a Mida


Sicuramente per la gioia di tutti coloro che ci hanno seguiti fino ad ora, offriamo questo report. Forse tanto atteso riguardante lo stato di avanzamento dei lavori. La Presidenza della Misheni na Ukarimu Onlus che si è portata sul luogo dal 10 al 24 Novembre 2013, ha potuto prendere visione della situazione. Valutare ciò che è stato fatto e come. Pieno apprezzamento verso la ditta di Martin alla guida del Sig. Caporossi di Malindi. Competenza e precisione! Come da progetto tutto eseguito a regola e con meticolosità. Lo stesso Alfiero B. che di questo ne è per professione un esperto, ha ampiamente riconosciuto la qualità del lavoro eseguito. Anche circa i tempi si è straordinariamente in anticipo. Sono numerose le scelte che andavano fatte extra contratto. Per cui si è dedicato tempo per valutare i passi da compiere per non lasciare trascurati elementi che in seguito sarebbero risultati mancanti.
Ciò che ci interessa è sapere che la volontary house ha le caratteristiche che doveva avere per assicurare la sua funzione. Qui i volontari che costituiranno il personale religioso e laico saranno tutelati e avranno condizioni di sicurezza igienico sanitaria. Non è facile ed è anche rischioso per noi italiani, vivere nelle condizioni in cui vivono le persone del villaggio. Si diceva a suo tempo che noi non possiamo rischiare di compromettere la salute e la sicurezza dei volontari che si alterneranno in futuro per soggiornare in questo luogo e assicurare assistenza alla popolazione. Gli ambulatori sono molto appropriati per ciò che dovranno assicurare alla gente. In pratica si tratta ora di attrezzare gli spazi predisposti per essere di aiuto alla gente e venire incontro alle necessità di essere tutelate sul piano sanitario. Pure la zona di abitazione per i volontari dovrà essere attrezzata. Nella volontary house c’è la camera per il medico, e per il personale religioso sono a disposizione due camere. Per il personale laico invece sono a disposizione tre camere a due letti. Ci sarà la cucina e la sala mensa in comune interna alla casa e ci sarà anche uno spazio all’aperto che potrà servire per vari usi come riunioni o anche per trascorrere familiarmente il tempo a fine giornata, dopo i vari servizi resi alla gente.
Le foto che vi mostriamo in questo sesto report mostrano il complesso realizzato che và verso la sua ultimazione. Vi può dare idea chiara di quanto sia stato fatto con il contributo dei nostri benefattori e sostenitori. Un altro seguirà ad ultimazione dei lavori stessi e una volta ripulita l’area cantiere.