report  viaggio di marzo 2014
Missione e Carità Diocesi di Malindi Kenya  | Adozione a Distanza Bambini | Costruzione Ospedale Missione di Watamu

Adozione a Distanza Africa | Vivere a Malindi | Adozioni a Distanza Notizie | | report viaggio di marzo 2014

report viaggio di marzo 2014

Adozione a Distanza Africa | Vivere a Malindi | Adozioni a Distanza Notizie | | report viaggio di marzo 2014

report viaggio di marzo 2014

Visita del Vescovo a Manda, a Nord di Lamu

 

La Diocesi di Malindi si estende a Nord fino al confine con la Somalia. Appartengono alla Diocesi anche i territori formati dalle isole che formano l'arcipelago di Lamu  di cui Manda e Pata sono le più grandi , più a nord di Lamu. Qui si evidenzia un contesto sociale in cui è più predominante la presenza dei mussulmani. Tuttavia esistono anche comunità cristiane cattoliche che fanno parte della Diocesi di Malindi. Sono territori di confine che talvolta vengono scarsamente considerati anche perchè in alcuni casi si respira tensione. I cattolici sono tuttavia una presenza di minoranza ma attiva. Sull'Isola di Manda esistono due comunità che hanno le loro chiese fatte ancora di terra. Comunità formate da lavoratori poveri, che tentano di portare avanti le loro famiglie con il conforto della fede. Comunità che tengono vive se stesse anche con alcune attività finalizzate a valorizzare la loro stessa fede e ad incrementarla. Il Vescovo  di Malindi Mons. Emmanuel in questo ultimo periodo ha confortato queste comunità con la sua presenza. Ben due le visite sul territorio che dista notevolmente da Malindi. Una prima presenza concomitante con l'ammissione al gruppo " Catholic women association". E una seconda presenza per la festa di San Francesco Saverio, patrono delle Missioni, il 3 dicembre. Tra l'altro, pochi forse sanno che a Malindi, sulla strada che costeggia l'Oceano e che porta al famoso monumento di Vasco da Gama,  costituito da una croce bianca, monumento a guardia della costa di Malindi, vi è un piccolo cimitero in cui sono sepolti alcuni discepoli di San Francesco Saverio che sbarcati sulla costa furono colpiti di malaria e a causa della quale morirono.

Calorosa accoglienza è stata riservata al Vescovo che con la sua presenza ancor più ha confortato le comunità a mantenere viva la fede e a continuare ad esprimerla attraverso importanti momenti come quelli che erano in programma.

 

Write us for info
Print